Canti e storie d’amore e di radici

 

È l’incontro tra le narrazioni di Michela Cesaretti Salvi e le canzoni di Antonia D’Amore.
I canti e le storie si alternano, a volte si sfiorano, dandosi la mano.
Le parole cantate di Antonia e quelle pronunciate da Michela sono suono e racconto, ciascuna di esse con il proprio respiro e con il proprio spazio, senza che avvenga una fusione, un’identificazione, senza illustrarsi.
Antonia riempie lo spazio, Michela lo fende, Roberto Doǧuştan, con la sua chitarra sette corde brasiliana, lo ricama.

Le storie narrate spaziano da La crema di Azzazello, liberamente tratta da “Il maestro e Margherita” di Bulgakov a Buon compleanno Giorgiana, tratta dall’omonimo racconto di Lidia Ravera in cui si rivive un pezzo di storia che lascia una traccia indelebile nella vita di una madre e di sua figlia, passando per un racconto autobiografico ambientato nella Roma del dopoguerra. Storie che parlano di passione, resilienza e coraggio, che hanno come protagoniste le donne e che dicono cosa renda possibile la libertà femminile.
I canti iniziano con quella parola che si percepisce come suono indistinto, come vita sonora pura, come solo il canto della “tradizione” e anche la canzone d’autore sanno tenere dentro di sé, e si trasformano pian piano nella parola della lingua che, tuttavia, non si chiude mai in un discorso e rimane parola aperta e sospesa. E’ la nascita di qualcosa, un venire al mondo che non perde il proprio rapporto con il suono che l’ha generato.

L’ascolto di musica e parole invita ad un viaggio delicato e resiliente, in cui l’amore è il filo rosso che protegge e le radici sono aeree e leggere come quelle delle orchidee e del baobab, l’albero della vita.

Michela Cesaretti Salvi: narrazioni e cori
Antonia D’Amore: voce e chitarra acustica
Roberto Doǧuştan: chitarra sette corde brasiliana e voce

****

LA CARPINESE (TRADIZIONE POPOLARE PUGLIESE)
TU DJAIAL (TRADIZIONALE ROM)
RESILIENZA (A. D’AMORE)
LA CREMA DI AZZAZELLO (LIBERAMENTE TRATTO DA “IL MAESTRO E MARGHERITA”)
VAMBIRE ( A. D’AMORE)
CU TI LU DISSI (R. BALISTRERI)
L’ANELLO (M. CESARETTI SALVI )
UNA LUNA (A. D’AMORE)
BUON COMPLEANNO GIORGIANA (LIBERAMENTE TRATTO DA UN RACCONTO DI LIDIA RAVERA)
DENTRO (A. D’AMORE)
ROMA (A. D’AMORE)

****

Durata: 1 ora circa